Genova: lei fa carriera, collega la perseguita e viene segnalato per stalking

Lui non sopporta la rapida carriera della collega e inizia a molestarla e a offenderla con mail, sms e appostamenti. Finché non scatta la denuncia per stalking.

Un genovese di 31 anni è stato segnalato per stalking ai danni di una collega. Da quando lei aveva cominciato a fare carriera all'interno della Banca Carige, lui aveva iniziato a perseguitarla con mail, telefonate, messaggi e anche appostamenti. Non solo: aveva cominciato a parlare male di lei pubblicamente. La situazione è degenerate quando la direzione dell'istituto di credito aveva deciso di trasferire la donna nella sede di piazza De Ferrari, lasciando il collega nella succursale di Brignole.

L'uomo aveva perso completamente la testa, prima infastidito e poi arrabbiato per la rapida carriera della sua collega. Offese, angherie, frasi e illazioni davanti ai colleghi: "Lei ha raccomandazioni all'interno della dirigenza". Molestie che hanno spinto alla fine l'impiegata 32enne di Livorno a presentarsi ai carabinieri per fare denuncia di stalking.

L'incubo è durato più di un anno. Sono stati i carabinieri della compagnia di Genova Centro a porvi fine. Dopo il racconto della donna, i militari hanno aperto un'indagine, ravvisando nella condotta dell'uomo gli estremi per il reato di stalking o atti persecutori. Un'imputazione che solitamente si applica a mariti o fidanzati gelosi, ma che può valere anche per altri comportamenti in altri luoghi.

Dopo aver racconto una serie di elementi significativi, i carabinieri hanno identificato il persecutore, lo hanno convocato in caserma e lo hanno segnalato quale stalker. Ora, per la 32enne di Livorno la situazione dovrebbe migliorare, anche se in questi casi non è mai detta l'ultima parola.

Carige Genova

  • shares
  • Mail