Genova: arrestato lo stupratore seriale che si fingeva mafioso

doria genova bidello porco

Una brutta storia che si svolge in un liceo di Genova - stamane se n'era occupato Daniele - dove c'è un bidello - non della scuola, di un asilo poco distante - che secondo gli investigatori violentava le studentesse millantando una presunta frequentazione con clan mafiosi siciliani. Dell'uomo, 47 anni, non sono state rese note le generalità

In casa dell'uomo, oltre a numeroso materiale pedopornografico, è stata trovata un'agenda con un centinaio di numeri telefonici, tutti di ragazze minorenni

Proprio ieri leggevo nella Posta Celere che tiene Colaprico su Repubblica, che per certi reati la legge del carcere dimostra molto più buonsenso di quella dei tribunali. Avete capito cosa intendo

Nei suoi confronti la magistratura ha emesso un ordine di custodia cautelare in carcere per violenza sessuale continuata e aggravata. L’uomo, residente a Genova, un bidello di una asilo, contattava le ragazzine attendendole all’uscita alle scuole. Nel mirino soprattutto uno dei più importanti licei genovesi il classico “Andrea D’Oria”. Per intimorirle, faceva leva sulle sue origini siciliane affermando di essere un mafioso

Se ne parla anche sul Secolo XIX.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: