Trapani, omicidio Maria Anastasi: Roberta Bruzzone e Francesco Bruno consulenti degli indagati

Trapani - Omicidio Annunziata, fermata l'amante

Fa ancora fatica ad emergere la verità sull'omicidio di Maria Anastasi, la 39enne madre di due figli ed incinta di 9 mesi uccisa mercoledì scorso nelle campagne di Trapani. Salvatore Savalli, marito della donna e principale indagato, ha attribuito l'intera responsabilità del delitto alla sua amante, Giovanna Purpura, che a sua volta ha accusato Savalli di aver fatto tutto.

I due sono finiti in carcere, ma le singole responsabilità non sono ancora state accertate. Per fare un po' di chiarezza i legali che difendono i due imputati hanno deciso di rivolgersi a due personalità di spicco del panorama forense: il criminologo Francesco Bruno e l'esperta e psicologa forense Roberta Bruzzone.

Lei, in passato collaboratrice per i casi di Sarah Scazzi e Melania Rea, è stata chiamata come consulente dall'avvocato di Savalli, Giuseppe De Luca. Bruno, invece, sarà consulente per i legali difensori di Giovanna Purpura, gli avvocati Elisa Demma e Michele Renda. I due consulenti dovranno aiutare i difensori a chiarire i rapporti tra gli indagati e l'esatta dinamica del delitto.

Qualche elemento in più dovrebbe arrivare nei prossimi giorni, quando verranno resi noti i risultati degli accertamenti effettuati dagli esperti del RIS sull'automobile in cui stavano viaggiando i due coniugi e l'amante di lui poco prima del delitto, la Punto nera in cui erano nascosti il piccone usato per uccidere Maria Anastasi e la tanica di benzina servita per dar fuoco al cadavere.

Via | Marsala
Foto | © TM News

  • shares
  • Mail