Monasterace, uccise la moglie Mary Cirillo: si è costituito Giuseppe Pilato

L’uomo si era reso irreperibile subito dopo l’omicidio della moglie, lo scorso 19 agosto.

E’ durata sei lunghi giorni la fuga di Giuseppe Pilato, il 30enne irreperibile dallo scorso 18 agosto, quando sua moglie Mary Cirillo è stata ritrovata cadavere nell’appartamento di famiglia a Monasterace, poco più di 3500 abitanti in provincia di Reggio Calabria.

Cirillo, 31 anni e madre di quattro figli piccoli, è stata uccisa con un colpo di pistola alla testa al termine di una violenta lite. Pilato si era dato alla fuga subito dopo il delitto, facendo concentrare i sospetti degli inquirenti proprio su di lui.

Oggi, accompagnato dal suo legale, il giovane ha fatto ritorno a Monasterace e si è consegnato ai carabinieri del Gruppo Locri. L’uomo avrebbe in un primo momento tentato la fuga verso Catanzaro - la sua automobile è stata rinvenuta il 19 agosto nei pressi della stazione ferroviaria di Guardavalle Marina con le chiavi ancora attaccate al cruscotto.

Si era anche pensato all’ipotesi che l’uomo, resosi conto di aver ucciso la moglie e reso orfani i quattro figli, avesse cercato di uccidersi, ma la consegna in caserma di oggi ha fugato ogni dubbio.

Il movente del delitto resta quello emerso fin dai primi istanti: la gelosia e la paura di perdere la moglie e i figli. Da tempo, infatti, i rapporti tra i due coniugi si erano deteriorati, tanto che Pilato era tornato a vivere dai suoi genitori. Scrive oggi Il Quotidiano della Calabria:

L'episodio che potrebbe essere alla base dell'epilogo fatale sarebbe avvenuto dopo Ferragosto mentre la coppia stava pranzando con la famiglia, Giuseppe Pilato avrebbe “sequestrato” il cellulare della moglie, prima di allontanarsi da casa. Cercava qualcosa di cui sospettava, una telefonata o un sms. Un’azione che ha fatto precipitare la situazione spingendo Mary alla richiesta di separazione.

La conferenza stampa dei Carabinieri è in programma per le 17 di oggi, quando l’uomo sarà già stato interrogato.

Mary Cirillo

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail