Lamezia Terme: sequestrati 745mila giocattoli e articoli da mare contraffatti

Operazione della Gdf a Sant’Eufemia e a Maida.

Blitz della della Guardia di finanza di Lamezia Terme che questa mattina ha sequestrato in due diversi negozi gestiti da cinesi, 745mila prodotti contraffatti o pericolosi, cioè potenzialmente nocivi per la salute e l’incolumità fisica degli acquirenti.

Tra gli articoli sottoposti a controllo e sequestrati molti giocattoli e maschere subacquee per bambini non idonee. I baschi verdi hanno riscontrato violazioni varie in capo agli esercenti, due imprenditori di nazionalità cinese, dalla mancanza di sufficienti indicazioni di sicurezza e provenienza delle merci, alle istruzioni d'uso e altri dati per una completa e corretta informazione della clientela.

Nel dettaglio le verifiche sono state eseguite in un negozio nel quartiere di Sant’Eufemia di Lamezia e in un altro nel comune di Maida, sempre nel catanzarese. Dall’ispezione è emerso che molta della merce presente nei due negozi non rispettasse gli standard previsti dalle leggi italiane e comunitarie.

Se fossero finiti sul mercato e venduti al dettaglio i giocattoli e gli altri articoli sequestrati avrebbero prodotto un guadagno totale di oltre 300.000 euro. I due commercianti sono stati sanzionati dal punto di vista amministrativo e segnalati alla camera di commercio di Catanzaro. Uno dei due imprenditori è ritenuto responsabile anche in sede penale, per lui è quindi scattata la denuncia alla procura della Repubblica di Catanzaro per le ipotesi di reato di contraffazione e ricettazione.

(Nel video in alto: sequestro di articoli cinesi - Catania - maggio 2014)

GDF_01

  • shares
  • Mail