Orte, uomo aggredito con mazze da baseball: arrestati la compagna e il suo amante

Un operaio di 45 anni è ricoverato in gravi condizioni all'ospedale di Viterbo dopo esser stato massacrato a colpi di mazza da baseball nella sua abitazione di Orte. Autori del pestaggio sarebbe la convivente dell'uomo, 43 anni, e il suo giovane amante, un ragazzo egiziano di appena 20 anni.

Il movente del folle gesto è ancora tutto da chiarire, mentre sulla dinamica non sembrano esserci dubbi: la donna, madre di tre figli, di cui uno avuto dal 45enne, aveva detto al compagno che sarebbe andata al mare a Montalto di Castro, dove la coppia possiede una casa. È invece rimasta in zona e, una volta arrivata la notte, ha messo in atto il piano.

La 43enne e l'amante, entrambi col volto coperto, si sono introdotti in casa mentre l'operaio dormiva e l'hanno aggredito con delle mazze da baseball, riducendolo in fin di vita. Poi sono usciti ed hanno cercato di raggiungere la casa al mare, ma sono stati intercettati da una pattuglia dei carabinieri che era già sulle loro tracce.

I due, infatti, erano stati riconosciuti dai vicini di casa - si sono tolti i cappucci subito dopo il colpo, rendendo facile la loro identificazione - che avevano lanciato l'allarme.

Ora, mentre il 45enne è ricoverato in ospedale in prognosi riservata, i due sono finiti in carcere con l'accusa di concorso in tentato omicidio.

Via | Il Messaggero
Foto | © TMNews

  • shares
  • Mail