Ztl Roma: utilizzava auto con targhe straniere per accedervi

Truffa a Roma: un imprenditore di Aprilia accedeva alla Ztl con targhe straniere. Scoperte a suo carico 600 multe non pagate

Un imprenditore di Aprilia è stato denunciato con l'accusa di truffa ai danni di Roma Capitale: utilizzava infatti mezzi con targa straniera per poter accedere alla Zona a traffico limitato istituita in città. In totale, le multe non pagate sono circa 600, alcune non sono state notificate per irreperibilità del proprietario.

Le indagini sono state portate avanti dal primo Gruppo Trevi della Polizia locale e sono partite alcuni mesi dopo che, a seguito di un controllo di routine, è stato fermato un autocarro Fiat Ducato con targa rilasciata dalla Repubblica Ceca. Sul mezzo, risultavano pendenti oltre 130 sanzioni per accesso non autorizzato nella Ztl di Roma, non pagate o non notificate.

La polizia ha scoperto che il mezzo era nella disponibilità di una società di noleggio di Aprilia, che aveva ricevuto mandato di utilizzo da un'altra società con sede nella Repubblica Ceca. Entrambe le ditte facevano capo alla stessa persona. Si tratta di una vicenda che vede il Comune di Roma nella parte di truffato e danneggiato per l'uso fraudolento dei mezzi che, grazie alla targa straniera, potevano accedere all'interno della Ztl, eludendo i controlli.

Ad Aprilia, nella disponibilità del titolare della ditta indagata, esistevano diversi veicoli, tutti con targa rilasciata nella Repubblica Ceca. Tra questi, una limousine Lincoln, un autocarro Renault Master e un autocarro Fiat Doblò. Sono stati tutti sequestrati dalla polizia locale di Roma Capitale.

Ztl Roma

  • shares
  • Mail