Furbetti del quartierino: Ricucci patteggia, Coppola ai domiciliari

ricucci patteggia

La crisi finanziaria globale ci permette di aprire pagine che di solito vengono ignorate, nei quotidiani: quelle in cui si parla di economia, finanza e mercati, e delinquenti. Stefano Ricucci ha richiesto ieri il patteggiamento: ricordate i furbetti del quartierino? Di Danilo Coppola ci eravamo occupati anche in passato, ricordate? Bene, partendo dall'ex marito di Anna Falchi

Ieri Ricucci ha chiesto di patteggiare la pena per le vicende a causa delle quali è finito sotto processo: la scalata (fallita) al gruppo editoriale Rcs-Corriere della Sera, la gestione di fondi extrabilancio di Confcommercio per i quali è sotto accusa anche l’ex presidente dell’associazione Sergio Billè, e la maxi-gara per l’appalto della gestione del patrimonio immobiliare di Enasarco, l’ente previdenziale degli agenti di commercio. Le accuse: corruzione aggravata, appropriazione indebita, aggiotaggio

in tutto questo ci dovrebbe essere anche una pena pecuniaria di oltre seicentomila euro. E Danilo Coppola invece? Dopo una detenzione caratterizzata dalla fuga intervista con Sky - vi ricordate? - ora potrà andare ai domiciliari, a Grottaferrata. Per lui le cose invece si mettono in questa maniera

In estate a Coppola è stato reso possibile trascorrere il mese di agosto in vacanza con la famiglia in una residenza affittata a Punta Volpe, nella zona più esclusiva di Porto Rotondo, in Sardegna. Il processo a Coppola, interrotto per legittima suspicione su istanza di un altro imputato, riprenderà domani

Ed a breve quindi, grazie al patteggiamento, Stefano sarà libero proprio come i due pennuti della foto qui sopra.

Foto | ClaudioCaprara

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: