Avvocato Taormina condannato per "discriminazione contro i gay"

L'avvocato Carlo Taormina è stato condannato per dichiarazioni discriminatorie contro i gay, fatte in due occasioni alla trasmissione di Radio 24, "La Zanzara".

L'avvocato Carlo Taormina è statoi condannato per discriminazione contro i gay dal giudice del lavoro. L'episodio risale allo scorso ottobre: il legale partecipò come ospite alla trasmissione di Radio 24, "La Zanzara" e, imbeccato dai conduttori Giuseppe Cruciani e David Parenzo, si lasciò andare a un'invettiva ai danni degli omosessuali. Il giudice ha condannato Taormina anche a un risarcimento danni pari a 10 mila euro a favore dell'associazione Avvocatura per i diritti Lgtb-Rete Lenford.

Taormina, a ottobre, disse di non volere gay nel proprio ufficio. Alla domanda di Cruciani ("Se uno è omosessuale, non lo assume nel suo studio?"), l'avvocato rispose: "Ah, sicuramente no, sicuramente no. Vabbé, sarà discriminazione, a me non me ne frega niente. Non ho bisogno di chiedere se uno è frocio a un colloquio di lavoro, lo capisco da solo".

Sempre a "La Zanzara", lo scorso mese di aprile Taormina aveva fatto altre dichiarazioni discriminatorie nei confronti degli omosessuali: "I gay hanno anomalie fisiche e mentali, la maggioranza delle persone la pensa così. Gli omosessuali sono anormali, hanno anomalie genetiche". Ai conduttori, piuttosto sconcertati, aveva replicato:

"Voi non siete d'accordo? Perché mi dovete imporre la vostra opinione, io la penso così e non mi faccio tappare la bocca. Certe cose mi fanno ribrezzo. Ho una crisi di rigetto, mi viene il vomito. Mi fa ribrezzo vedere due persone dello stesso sesso fare porcherie. Mi fa schifo il rapporto tra uomini, è gente malata. Comunque, basta che non diano fastidio agli altri".

Alla domanda: e se avesse un figlio gay? La risposta: "Sarebbe una tragedia insuperabile".

Carlo Taormina

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: