‘Ndrangheta, traffico di droga tra Calabria, Olanda e Germania: 16 arresti

L'operazione è stata condotta dai Carabinieri di Reggio Calabria in collaborazione con le autorità olandesi e tedesca.

Duro colpo alla cosca della ‘ndrangheta di Cacciola di Rosarno, oggetto in queste ore di una importante operazione antidroga che ha coinvolto altri Paesi europei, dall’Olanda alla Germania e che è scattata al termine di una lunga indagine avviata nel 2006.

Sedici persone, tutte ritenute vicine alla cosca, sono finite in manette dalle prime ore di oggi con l’accusa di traffico internazionale di cocaina, sequestro di persona e riduzione in schiavitù.

Molti degli arrestati, lo confermano le autorità coinvolte, nel corso degli anni erano riusciti a inserirsi in una vasta rete dedita al traffico di stupefacenti, arrivando anche all’estero. Alcuni di loro, infatti, sono stati arrestati in Germania ed Olanda grazie alla collaborazione delle autorità locali.

Fondamentale per le indagini - e gli arresti di oggi, è stata la testimonianza di una pentita che avrebbe denunciato e illustrato nel dettaglio il comportamento vessatorio attuato dalla famiglia Cacciola contro di lei e la sua famiglia: la donna, secondo quanto emerso, fu segregata dai Cacciola - da qui l’accusa di riduzione in schiavitù - perchè ritenuta responsabile del suicidio del marito, appartenente allo stesso gruppo criminale.

Nel corso delle indagini sono stati sequestrati importanti quantitativi di cocaina purissima importati dall'Olanda e fatti arrivare in Italia da elementi vicini alla cosca.

Italian special force police force inspe

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail