Country Club Castelfusano, Gdf Roma: evasione fiscale da 30 milioni

Irregolare anche la posizione di 250 lavoratori.

La Guardia di finanza ha scoperto una presunta maxi evasione fiscale che supera i 30 milioni di euro. Nel mirino delle Fiamme gialle del comando provinciale di Roma il Country Club Castelfusano - struttura turistica sita nella Riserva naturale statale del litorale romano - che già due anni or sono finì in un’inchiesta della stessa Gdf per abusi edilizi e violazioni alla normativa ambientale, archeologica e paesaggistica (nel video in alto).

Sono in tutto sei le persone denunciate oggi dai finanziari alla procura della Repubblica capitolina. In pratica secondo le indagini attraverso due società, formalmente con sede legale all'estero, in Liechtenstein e Bulgaria, e con l’emissione di fatture false, gli indagati avrebbero trasferito i profitti conseguiti in Italia verso Paesi dal regime fiscale più conveniente.

Tra i responsabili della mega frode c’è anche un consulente fiscale. Inoltre negli accertamenti sulla gestione del Country Club Castelfusano è risultata irregolare anche la posizione di 250 lavoratori, il cui impiego si poggiava in modo indebito sul cosiddetto "distacco comunitario" eludendo così la legge italiana in materia e la contrattazione collettiva nazionale.

La Guardia di Finanza oltre alle denunce ha sequestrato preventivamente beni mobili e immobili, tra cui palazzi signorili, terreni, strutture turistiche ed azioni riconducibili agli indagati per la frode fiscale.

Contraffazione Gdf

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail