Il caso di Chico Forti oggi alla Camera

Approda a Montecitorio la vicenda di Enrico "Chico" Forti, l'italiano detenuto a Miami dal 2000 e condannato all'ergastolo

Enrico "Chico" Forti è un cittadino italiano condannato all'ergastolo, detenuto dal 2000 tra le mura del carcere di Miami, in Florida (Stati Uniti): la sua vicenda, la storia che vive e che lo ha condotto in carcere, ha dell'incredibile.

Condannato il 15 giugno 2000 per omicidio al termine di un processo durato 48 giorni, da quel giorno Chico Forti è uno dei 3300 italiani detenuti all'estero al centro di un caso di diplomazia internazionale. La vicenda di Chico Forti ricorda, negli aspetti detentivi e diplomatici, quella di Silvia Baraldini, che fu detenuta anch'ella negli Stati Uniti ed estradata nel 1999 in Italia.

Ma se Silvia Baraldini ebbe la "grave" colpa di militare nel Black Panther Party (una militanza che l'ha portata ad accumulare una pena a 43 anni, condannata al carcere negli Stati Uniti per concorso in evasione, associazione sovversiva, due tentate rapine mai fatte e ingiuria al tribunale) quella di Chico Forti è una vicenda di proclamata innocenza.

Forti, che in passato ha partecipato a sei mondiali e due europei di windsurf e vinto il Campionato italiano di vela, classe catamarano DART nel 1991, è stato condannato per omicidio nonostante a processo, e successivamente negli ultimi 14 anni di galera, si sia sempre dichiarato innocente e vittima di un errore giudiziario.

Attorno al suo caso si è creato un vasto movimento di opinione, in Italia ma anche negli Stati Uniti, che ne chiede l'estradizione e la liberazione: oggi la Camera dei Deputati discuterà per la prima volta due mozioni, una del Movimento 5 Stelle e una del parlamentare trentino Mauro Ottobre del Gruppo misto, che impegnano il governo italiano ad affiancare l'italiano Chico Forti nella sua battaglia per la verità e la giustizia, perché il suo caso venga riaperto negli Stati Uniti.

Un momento storico, quello dell'approdo del caso Forti a Montecitorio: nel febbraio del 1998 Dale Pike, figlio di Anthony Pike, dal quale Chico stava acquistando il Pikes Hotel a Ibiza, viene trovato assassinato sulla spiaggia di Sewer Beach Miami. Un caso di felony murder, un omicidio commesso durante un altro reato (la truffa che Forti stava commettendo ai danni del venditore) per il quale l'italiano viene condannato all'ergastolo senza che gli sia concessa la possibilità di "rilascio sulla parola".

Dal 2012 il suo caso è tornato agli onori delle cronache grazie ai suoi legali italiani, Ferdinando Imposimato e Roberta Bruzzone, che hanno cominciato a fare pressioni sull'allora ministro degli Esteri Giulio Terzi affinchè promuovesse presso le autorità americane l'ipotesi di revisione del processo ed estradizione, una battaglia che è stata successivamente presa a cuore anche dal successore di Terzi, Emma Bonino.

La richiesta di un nuovo processo negli Stati Uniti può avvenire infatti solo ed esclusivamente sulla base di una "newly discovered evidence", una nuova prova determinante che se presentata nel dibattimento ne avrebbe potuto modificare l'esito e che non poteva essere trovata al tempo del processo. Ma, poco prima della condanna durante l'ultima requisitoria del procuratore americano, nello stesso processo fu detto chiaramente che non esistevano prove concrete di colpevolezza a carico di Forti, che venne ugualmente condannato sulla base di una sua leggerezza causata dal panico di un'interrogatorio di 14 ore.

Le autorità americane fino ad oggi non hanno mai valutato positivamente la richiesta di revisione del processo ed oggi l'Aula di Montecitorio discuterà quali iniziative adottare a tutela del cittadino italiano Enrico Forti.

Come anche per Roberto Berardi, di cui ci stiamo occupando su Crimeblog, il caso di Enrico Forti merita di essere protagonista sui media, che solo discutendone possono esercitare la dovuta pressione sulle istituzioni straniere per chiederne la liberazione. E' questa la natura dei movimenti di opinione, che oggi approdano a Montecitorio con il caso Forti. Uno dei 3300 italiani detenuti all'estero.

chico_forti-770x525

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: