Roma: truffa su auto in vendita online, due arresti

In manette un romano e un romeno: prendevano l'acconto del 20& sulla compravendita e sparivano.

Spacciandosi per concessionari di auto riuscivano a venderle online raggirando i clienti perché una volta preso l'acconto sparivano senza consegnare le vetture.

Sono due le persone arrestate oggi dalla polizia nella capitale, si tratta di un romano di 47 anni e di un rumeno di 30, finiti in manette con l'accusa di truffa.

Secondo la ricostruzione del Messaggero i due arrestati si appoggiavano a un noto sito internet per la compravendita di auto e moto: fingendosi titolari di concessionarie auto di Roma pubblicavano inserzioni e annunci di vendita.

A smascherare la truffa sono stati i carabinieri del Nucleo operativo della compagnia Trastevere secondo cui i due presunti truffatori avrebbero gestito più di una concessionaria fittizie di auto usando diverse denominazioni sociali. Inserendo gli annunci riuscivano a intascare gli acconti versati da ignari clienti, cifre di tutto rispetto, pari al 20% del prezzo totale della vettura stabilito nella fase di compravendita.

I pagamenti avvenivano esclusivamente tramite bonifico o assegno e le somme venivano poi fatte confluire in un conto corrente postale. Dopo aver preso i soldi, le società venivano chiuse e i gestori scomparivano, per poi creare una nuova falsa società facendo ripartire il giro di truffe, sempre tramite lo stesso sito internet.

(Nel video in testa al post: Truffe nel mercato delle auto online - giugno 2009)

Auto a prestanome

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail