Roma: esplosione in un palazzo al Tuscolano dopo furto in un bar

I ladri hanno svuotato due slot machine. Usata una miscela esplosiva. Tre i feriti nello scoppio, di cui uno grave.

Hanno segato i lucchetti delle saracinesche di un bar al pianterreno in via Tuscolana a Roma rubando l'incasso delle slot machine e provocando un'esplosione che ha causato il crollo del solaio di un palazzo con il ferimento di tre persone.

È accaduto intorno alle 3:00 della scorsa notte. Secondo le ipotesi formulate dagli investigatori i ladri avrebbero usato un miscela esplosiva o per far saltare le slot machine oppure dopo proprio con l'intenzione di danneggiare il locale cancellando anche ogni possibile traccia.

Sul posto poco dopo è arrivata la polizia che a seguito dei primi rilievi tecnici ha chiesto al gestore del bar se avesse di recente subito minacce o richieste di pizzo: il titolare dell'esercizio ha negato.

Saranno le verifiche dei vigili del fuoco che dovranno ora stabilire l'origine dell'esplosione e quale tipo di miscela sia stata usata. Lo stabile è già stato stato dichiarato inagibile con conseguente evacuazione delle dodici famiglie che ci abitavano.

I tre feriti nella deflagrazione, di cui uno grave ma non pericolo di vita, sono stati soccorsi e trasportati in ospedale. Ad avere la peggio è stata una ragazza ucraina di 22 anni, ricoverata al San Giovanni con diversi traumi al volto e sul corpo.

Le indagini sono condotte dalla Squadra mobile della polizia e dagli investigatori del commissariato Appio.

vigili del fuoco in azione

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail