Bari: sequestrati beni per un milione a sorvegliato speciale

L'uomo è considerato il socio di un noto narcotrafficante del barese.

I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Bari hanno sequestrato stamattina beni mobili e immobili per un milione di euro circa, ritenuti nella disponibilità di un 45enne, già sottoposto alla sorveglianza speciale.

L'uomo, condannato di recente in secondo grado, dalla corte dei appello di Bari per traffico di sostanze stupefacenti è considerato dagli inquirenti il braccio operativo di un narcotrafficante della provincia barese.

I beni oggetto del provvedimento di sequestro emesso dalla sezione misure di prevenzione del tribunale di Bari, su richiesta della locale procura della Repubblica, erano intestati fittiziamente ad alcuni familiari del sorvegliato speciale.

Il patrimonio a cui sono stati apposti i sigilli riguarda una villa con piscina, un terreno annesso, quote societarie di un centro benessere gestito da alcuni congiunti dell'uomo.

Le indagini sono state condotte dai carabinieri di Bari secondo cui il soggetto in questione, formalmente disoccupato, aveva un tenore di vita parecchio superiore alle su reali possibilità finanziarie, da qui sono scattati gli accertamenti poi sfociati nel provvedimento di sequestro eseguito oggi.

(Nel video in alto: Bari, sequestro beni per due milioni di euro al clan Stramaglia- agosto 2012)

 sequestro beni bari

  • shares
  • Mail