Giallo di Bracciano, la perizia conferma: Federica Mangiapelo è stata uccisa

Il principale sospettato resta Marco Di Muro, il fidanzato 24enne di Federica, che aveva trascorso con lei quella sera di Halloween di due anni fa.

Federica Mangiapelo, la ragazza di 16 anni trovata morta il 1° novembre 2012 sulla spiaggia di Vigna di Valle ad Anguillara, sul lago di Bracciano, è stata uccisa. Alla convinzione del gip di Civitavecchia Giovanni Giorgianni, che nel gennaio scorso aveva chiesto un supplemento di indagine proprio per fare chiarezza su quando accaduto, si è aggiunta la perizia depositata mercoledì in Tribunale.

La relazione medica conferma che la giovanissima non è deceduta per cause naturali - soffriva di miocardite - ma sarebbe stata trascinata e annegata, in circa 30 centimetri di acqua. La perizia non si spinge a ricostruire la dinamica del delitto, ma si limita a stabilire le cause del decesso. Il resto spetta agli inquirenti.

Le indagini sono ancora in corso, mentre questa rivelazione va ad aggravare la posizione dell’unico indagato, il fidanzato Marco Di Muro, 25 anni, a cui viene contestata l’accusa di omicidio volontario.

Il giovane nega ogni addebito, ma a suo carico di sarebbero almeno due elementi importanti: i funghi di acqua dolce trovati sui suoi vestiti - gli stessi rinvenuti negli organi della vittima - e le bugie raccontate nei primi interrogatori, ricostruzioni smentite dagli inquirenti.

Le indagini proseguono, mentre la verità sembra sempre più vicina.

Picture taken 17 November 2006 shows a n

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail