Carini (Palermo): organizzano rapina con i fidanzati, arrestate due ragazze

Tra gli arrestati una minorenne che lavorava come colf in casa delle vittime.

Probabilmente credevano di aver organizzato la rapina perfetta le due ragazze, una diciassettenne e una diciottenne, arrestate con i loro fidanzati e un complice questa mattina nel palermitano. Il piano studiato dalla due giovanissime era il seguente: una rapina in casa di due anziane, che doveva essere realizzata dai rispettivi ragazzi e da un loro amico.

Vittime del furto avrebbero dovute essere una donna di 67 anni e sua madre, di 90. La minorenne lavorava come colf in quella casa e sarebbe stata proprio lei a ideare il colpo insieme all'amica Eleonora Abbate.

Qualcosa però è andato storto e tutti e cinque sono stati e arrestati dai carabinieri a Villagrazia di Carini. Il ruolo di Eleonora Abbate era quello di accompagnare l'amica al lavoro, in modo da tenere il portone e far entrare in casa delle anziane donne il suo fidanzato, il ventenne Danilo Silvestrini, quello della colf, pure minorenne, e Antonino Alamia, 36enne già noto alle forze dell'ordine.

Proprio quest'ultimo, secondo quanto ricostruito dai carabinieri dopo essere entrato in casa avrebbe bloccato la 67enne puntandole un coltello alla gola mentre gli alti due complici facevano man bassa di orologi e preziosi per un bottino di circa 2mila euro.

Dopo la denuncia delle due anziane, le indagini dei carabinieri di Carini si sono appuntate proprio sulla giovane colf, che al primo interrogatorio è caduta in contraddizione, fornendo spunti per risalire altri quattro presunti componenti dell'improvvisata banda di rapinatori.

(Nel video: rapina ad anziane donne in casa, arrestato figlio di un boss - Palermo, luglio 2014)

 Rapina in casa anziana muore Vibo

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail