Pregiudicato molestatore di donne anziane arrestato oggi ad Imperia

Santo Stefano al Mare

Pregiudicato per omicidio, tentato omicidio, estorsione e associazione per delinquere di stampo mafioso, con la passione per le donne anziane: sceglieva con cura le sue vittime, si nascondeva sotto caso loro - magari in un luogo un pò appartato - si spogliava e iniziava a masturbarsi di fronte a loro e spesso ripeteva la scena in auto, affiancandole mentre rientravano a casa.

Il maniaco è stato arrestato oggi dai carabinieri di Sanremo: si tratta di un pregiudicato 55enne di Imperia, ora accusato di atti osceni in luogo pubblico, violenza privata e violenza sessuale ai danni di diverse donne di età compresa tra i 62 e gli 87 e per questo ora detenuto in carcere.

Ma facciamo un passo indietro per ricostruire la vicenda, iniziata nel luglio 2007 quando una donna della provincia di Imperia ha segnalato che uno sconosciuto aveva tentato di violentarla nel seminterrato dei garage del suo condominio, ma lei era riuscita a divincolarsi e fuggire senza identificare il suo aggressore.

Nel giro di qualche mese altre donne denunciarono simili aggressioni, fornendo tutte la stessa descrizione fisica dell'uomo e delle modalità con cui le approcciava. Era persino arrivato ad appostarsi nei cimiteri, sulla tomba dei propri cari.

Evidente che si trattava della stessa persona, i carabinieri sono riusciti a ricostruire il mosaico e hanno deciso di incastrare il maniaco proprio nel cimitero di Santo Stefano al Mare, teatro di numerose molestie da parte dell'uomo.

Si sono così vestiti da custodi e l'hanno sorpreso mentre si masturbava di fronte a più di una donna: l'uomo è stato quindi denunciato in stato di libertà.

Nel frattempo gli inquirenti sono andati a contattare le donne che avevano denunciato aggressioni di stampo simile nei mesi scorsi e tutte le anziane interrogate hanno riconosciuto nell'arrestato il proprio aggressore.

A quel punto il maniaco non ha potuto far altro che ammettere le sue colpe, sostenendo che in quei momenti gli era impossibile riuscire a controllarsi.

Via | SanremoNews

  • shares
  • Mail