Ascoli, maltrattavano ragazzi autistici: arrestati cinque educatori

Nella Casa di Alice era presente una stanza di contenimento nella quale i ragazzi venivano reclusi. L’accusa è di maltrattamenti e sequestro di persona

Cinque educatori del Centro socio-riabilitativo per giovani disabili 'Casa di Alice' di Grottammare (Ascoli) sono stati arrestati dai carabinieri di San Benedetto del Tronto con l’accusa di maltrattamenti e sequestro di persona ai danni degli ospiti della struttura ascolana.

Gli ospiti del centro sono bambini e ragazzi affetti da autismo, di età compresa fra gli 8 e i 20 anni, che sono stati sottoposti a maltrattamenti dagli educatori che avevano la responsabilità della loro cura. All’interno del centro è stata scoperta dalle forze dell’ordine una “stanza di contenimento” che è stata posta sotto sequestro.

Le forze dell’ordine – che hanno agito su mandato della Procura della Repubblica di Fermo.

Da San Benedetto del Tronto, la “Casa di Alice” è stata trasferita nella cittadina balneare di Grottamare dieci anni fa ed è un centro diurno che accoglie ragazzi fra gli 8 e i 20 anni provenienti dai Comuni limitrofi. Nel 2004 fu presentata come un fiore all’occhiello di un progetto teso, “attraverso interventi educativi comportamentali, a migliorare il rapporto dei ragazzi autistici con la realtà esterna”.

La realtà dei fatti si è dimostrata molto diversa dalle intenzioni. Grazie ad alcune telecamere nascoste, i carabinieri sono riusciti a provare i maltrattamenti. Le immagini mostrano alcuni ospiti della “Casa di Alice” reclusi dentro la stanza di contenimento, un ospite lasciato a terra, a torso nudo, un altro che tenta disperatamente di farsi aprire.

Immagine

Via | Il Resto del Carlino

Foto Youtube

  • shares
  • Mail