Torre Boldone (Bergamo): getta olio bollente sul viso della compagna, ricercato

L'uomo, un pregiudicato tunisino, aveva già buttato la donna dal balcone quando lei era incinta.

Una donna di 33 anni originaria della Val Seriana è finita in ospedale dopo che il compagno le ha versato dell'olio bollente in faccia. L'uomo, un tunisino di 24 anni, due mesi fa aveva picchiato la donna con una violenza tale da farle asportare la milza.

Una convivenza fatta di percosse, violenze e soprusi che si sono consumati nella casa della coppia a Torre Boldone, comune di 8mila abitanti nel Bergamasco. Il tunisino sarebbe pregiudicato per reati commessi in materia di furto e spaccio.

L'uomo, dall'indole violenta, avrebbe percosso la donna più volte, fino ad arrivare a buttarla dal balcone quando lei era incinta di otto mesi. Il mese scorso secondo quanto hanno raccontato i vicini, un secondo uomo, che sarebbe di Bergamo, avrebbe preso a presa a calci e pugni la donna, non è chiaro per quale assurdo motivo.

A maggio poi, come accennato, la 33enne dopo l'ennesimo brutale pestaggio era dovuta ricorrere alle cure dell'ospedale per l'asportazione della milza. Dopo le dimissioni la donna era tornata però a vivere con il compagno.

I vicini di casa della coppia ieri hanno sentito la donna urlare, vedendo poi il tunisino uscire di casa in tutta tranquillità. L'uomo aveva appena versato sul viso della donna l'olio bollente, provocandole ustioni sul lato destro del volto, alla guancia e a un orecchio. La vittima è stata ricoverata nell'ospedale di Alzano, mentre il compagno è tuttora ricercato.

(Nel video in alto: Ustiona il marito con l'olio bollente - Brindisi, ottobre 2011)

ambulanza

  • shares
  • Mail