Alcamo: muore bimbo di 5 anni, avrebbe ingerito psicofarmaci

Le medicine erano in casa, forse incustodite. Si presume un avvelenamento.

Tragedia ad Alcamo, nel trapanese, dove un bambino di 5 anni è stato trovato morto nel suo lettino stamane, nella casa di famiglia, in via Amendola.

Secondo i primi accertamenti medico-legali il bimbo sarebbe morto per avvelenamento dopo che nella giornata di ieri avrebbe ingerito degli psicofarmaci che si trovavano nell'abitazione, medicine che erano state prescritte alla madre.

Il cadavere del bimbo non presentava nessun segno di violenza, lesioni o percosse. Il piccolo avrebbe preso i farmaci senza essere visto dalla mamma che perciò non ha avuto nessun sentore del dramma che stava per consumarsi.

A dare l'allarme per primo chiamando la polizia sarebbe stato un passante che ha sentito le urla della donna provenire da fuori casa dopo aver scoperto, a circa 12 ore di distanza, che il figlio era deceduto.

Purtroppo inutile l'intervento del personale del 118, che ha potuto solo constatare la morte del bimbo. Sarà comunque l'autopsia disposta dal magistrato di turno della procura di Trapani a dover stabilire le cause esatte del decesso.

Sul caso indaga la polizia che ha già interrogato la madre del bambino la cui posizione è al vaglio. Il papà invece lavora e abita in Germania. La donna, una messicana sposata e poi separatasi da un alcamese, secondo la stampa locale sarebbe da tempo in cura presso il centro di igiene mentale.

(Nel video in alto: Gioco tragico, bambino muore soffocato - Palermo, aprile 2014)

Farmaci contraffatti per bambini

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail