Marano: 17enne investita e uccisa da un'auto

Marano era già in lutto per la drammatica morte del 14enne ucciso dai calcinacci caduti dalla Galleria Umberto I di Napoli sabato scorso.

La tragedia si è consumata ieri sera a Marano, comune di 60mila abitanti alle porte di Napoli: una ragazza di 17 anni era seduta ai tavolini di un chiosco-bar con altri due amici, stavano mangiando un kebab, quando a un tratto un'auto che sarebbe giunta a forte velocità ha perso il controllo finendo contro i tavoli e prendendo in pieno la studentessa che è morta.

Ancora da chiarire l'esatta dinamica dell'incidente e come sia stato possibile che il 19enne fresco di patente che era alla guida della vettura, una Renault Clio, abbia perso il controllo investendo la 17enne e i suoi amici.

La ragazza era in compagnia di altre due giovani di 16 e 20 anni che sono rimasti feriti e sono ora ricoverati in ospedale: hanno riportato diverse fratture, ma non sono in pericolo di vita.

Secondo le prime testimonianze raccolte dagli investigatori la vettura stava eseguendo delle manovre anomale prima di piombare sui tavolini di un venditore ambulante di kebab in Piazza Arafat.Il Mattino scrive che alcuni dei testimoni presenti avrebbero parlato di una bravata da parte del giovane neopatentato.

Una parente dei giovani rimasti coinvolti nell'incidente ha avuto un malore e anche per lei si sono resi necessari i soccorsi. Indagano i carabinieri di Marano che sul posto hanno eseguito i rilievi e fatto sequestrare la Clio.

Un altro dramma colpisce la città di Marano, ancora scossa per la morte di Salvatore, il 14enne rimasto ucciso da alcuni calcinacci caduti sabato scorso dalla Galleria Umberto I di Napoli (nel video in alto). Nell'inchiesta aperta dalla procura partenopea risultano indagate 45 persone (i proprietari degli appartamenti, l’amministratore condominiale, i funzionari dell’ufficio tecnico del comune) per le ipotesi di reato sono di omicidio colposo e crollo colposo.

accoltella moglie Vicenza

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail