Sassari: calamite troppo potenti, sequestrati giochi per 5 milioni di euro

Sequestrate in provincia di Sassari 500 mila confezioni di giocattoli, non conformi alle legge e pericolosi per i bambini.

I Nas dei Carabinieri di Sassari hanno sequestrato questa mattina 500 mila confezioni di giocattoli, per un valore di cinque milioni di euro. Il motivo? Non erano a norma Ue, avevano le calamite troppo potenti. I giocattoli erano infatti costituiti da piccole parti calamitate con un flusso magnetico superiore ai limiti consentiti dalla legge.

C'erano forti rischi per i bambini, che avrebbero potuto ingerire i piccoli magneti - che a causa della maggiore potenza si univano tra loro formando vere e proprie masse - e procurarsi la perforazione o il blocco dell'intestino. Sul mercato europeo, il giocattolo in questione è già vietato dal 2008, ma l'Unione Europa ha concesso una deroga ad alcuni produttori e distributori.

Possono infatti commercializzare le confezioni già prodotte, fino a esaurimento scorte. Il ministero della Salute, in questo senso, aveva ricevuto un allarme dall'Europa e aveva quindi deciso di inviare il Nucleo Anti Sofisticazioni a verificare. Il responsabile dell'immissione in commercio del giocattolo è stato denunciato all'autorità giudiziaria per violazione del codice del consumo.

Lo stabilimento si trova a Calangius, in provincia di Sassari. Il giocattolo veniva prodotto in Italia e poi esportato all'estero.

giocattoli

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail