Agguato in spiaggia a Vibo Valentia: Davide Fortuna ucciso a colpi di pistola

Momenti di puro terrore, ieri, sulle spiaggia di Vibo Marina, in provincia di Vibo Valentia, quando un uomo armato e col volto coperto da un casco ha iniziato a sparare contro il 31enne Davide Fortuna, che in quel momento stava giocando insieme ai due figli di 8 e 10 anni. A pochi passi c'era anche sua moglie, Vanessa Mazzei, riuscita in tempo a prendere i due bimbi e fuggire.

Un'esecuzione in piena regola, compiuta in pieno giorno e davanti a decine e decine di persone, che secondo gli inquirenti sarebbe maturata all'interno della faida che da mesi sta spargendo sangue a Vibo Valentia, una faida tra i clan Patania e Piscopio, che si contendono il territorio a suon di omicidi. Si legge su UsCatanzaro:

Fortuna, che risulta aver precedenti per spaccio di stupefacenti, aveva rapporti di parentela con Rosario Battaglia, arrestato lo scorso aprile nell'ambito delle indagini per l'omicidio di Francesco Scrugli. Oltre a lui gli uomini della squadra mobile avevano arrestato anche Raffaele Moscato e notificato lo stesso provvedimento a Rosario Fiorillo che si trovava già in carcere.

Le indagini e i rilievi degli inquirenti sono ancora in corso, con particolare attenzione alle frequentazioni della vittima e ai suoi ultimi contatti.

Via | TMNews

  • shares
  • Mail