Omicidio Caccamo a Cesano Boscone: arrestato pizzaiolo di Certosa

L'aggressione a colpi di coltello il 28 giugno scorso nel quartiere Tessera di Cesano Boscone.

Un pizzaiolo 38enne di Certosa, in provincia di Pavia, è stato arrestato la scorsa notte con l'accusa di aver ucciso Davide Caccamo, 35enne ferito a morte a colpi di coltello a Cesano Boscone, nel Milanese.

L'aggressione si era consumata il 28 giugno scorso, soccorso e ricoverato Caccamo era deceduto venerdì scorso in ospedale.

L'omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite secondo la ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Corsico. La vittima era stata trovata a terra in una pozza di sangue, con l'arteria femorale recisa da uno dei fendenti scagliati dall'assassino.


Caccamo, già noto alle forze dell'ordine, era stato raggiunto da 4 coltellate intorno all'una di notte nel quartiere Tessera di Cesano Boscone, in via Gobetti. Non è ancora chiaro quale sia il movente del litigio degenerato in delitto né se il presunto colpevole abbia ammesso le proprie responsabilità.

Le ipotesi finora formulate dagli investigatori dei carabinieri parlavano di un possibile movente passionale, Caccamo di recente avrebbe litigato per strada con una donna, ma anche la pista di un regolamento di conti non era stata scartata. Se ne saprà di più dopo l'interrogatorio del pizzaiolo finito in manette.

omicidio cesano  Boscone

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail