Caserta: uccide la nonna per 50 euro

L'omicida ha 24 anni, ha confessato davanti ai carabinieri.

Ha ucciso sua nonna per prenderle 50 euro bastonandola fino alla morte, e poi le ha sfilato gli anelli mentre era agonizzante. Il brutale omicidio è avvenuto a Lusciano, in provincia di Caserta, e l'assassino è il 24enne Costanzo Baci, che ha confessato davanti ai carabinieri di aver ucciso la donna di 89 anni, che è stata trovata senza vita in casa sua mercoledì mattina, sul suo letto, con il cranio spaccato.

Inizialmente si era pensato a una rapina in cui le cose erano andate per il verso sbagliato, ma c'era alcune cose che non tornavano agli investigatori: la porta d'ingresso non era forzata, segnale che la vittima aveva aperto all'assassino. Una volta capito come potevano essere andate le cose, il giovane ha confessato: "Ho ucciso mia nonna perché mi servivano i soldi".

Il ragazzo era stato adottato da Francesco Costanzo, il figlio della vittima, che era stato anche inizialmente accusato dallo stesso Baci, di origine romena, di essere il colpevole dell'accaduto. I rapporti tra padre e figlio non sono buoni da molto tempo.

La ricostruzione degli investigatori racconta di Costanzo Baci che entra in casa, va nella camera da letto della nonna e la colpisce alla testa. Poi le sottrae i 50 euro lasciandone 170 in un cassetto e abbandonando anche numerosi monili d'oro, con la speranza che gli inquirenti credessero alla versione della rapina andata male. Non era così, e gli investigatori ci hanno messo poco a rendersene conto.

Carabinieri

  • shares
  • Mail