Brindisi: truffa da 5 milioni all'Inps, scoperti 1.314 falsi braccianti

Alle società coinvolte viene contestata anche l'emissione di fatture false, per centinaia di migliaia di euro.

L'ennesima truffa ai danni dell'Inps, per un totale di 5 milioni di euro, è stata scoperta dai militari della Guardia di finanza che a Francavilla Fontana (Brindisi) e in alcuni centri vicini hanno denunciato l'esistenza di 1.314 falsi braccianti agricoli.

La truffa ai danni dello Stato veniva realizzata secondo uno schema visto mille volte in questo genere di raggiri: rapporti di lavoro del tutto fittizi nel settore agricolo, con contratti sottoscritti anche da persone considerate insospettabili.


In pratica venivano costituite cooperative agricole che in realtà esistevano solo sulla carta perché non svolgevano nessuna attività, avendo come unico scopo quello di permettere all'esercito di falsi braccianti di ottenere in modo indebito le prestazioni previdenziali e assistenziale erogate dall'istituto nazionale di previdenza.

Grazie ai controlli incrociati eseguiti da Gdf e Inps sono emersi i 1314 falsi rapporti di lavoro, per un totale di 426 soggetti segnalati alla magistratura per l'ipotesi di reato di truffa ai danni del bilancio nazionale.

Secondo gli inquirenti i finti braccianti agricoli avrebbero intascato senza averne diritto le indennità di disoccupazione agricola, le indennità di malattia e maternità e gli assegni per il nucleo familiare. Le somme versate dall’Inps ammontano a oltre 3 milioni e 100mila euro, un altro milione e 600mila euro sono i contributi non versati allo Stato dalle società coinvolte alle quali viene contestata anche l'emissione di fatture false (in modo da sembrare attive) per centinaia di migliaia di euro.

(Nel video in alto: Truffa all'Inps, scoperti 618 falsi braccianti agricoli - Bari, settembre 2013)

Truffa-Inps- Francavilla

© Foto TMNews - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail