USA, bimbo di 9 mesi morto per overdose: a processo i due babysitter

Oscar Sanchez-Rivera e Viameri Santana-Berrios, rispettivamente di 24 e 27 anni, sono stati rinviati a giudizio a Philadelphia per l'omicidio del piccolo Milton Rojas, il bimbo di 9 mesi a cui stavano facendo da babysitter, morto dopo che gli era stata iniettata dell'eroina.

Il decesso del bimbo risale al 26 luglio dello scorso anno, ma solo in queste ore, dopo che le cause del decesso sono state accertate dal medico legale, i due babysitter sono stati rinviati a giudizio e saranno processati nei prossimi mesi per omicidio.

Ad affidare il piccolo alle cure dei due era stata sua madre, Iris Rojas, che si era assentata per circa 2 giorni. E quello che è accaduto, sostengono gli inquirenti, va collocato proprio nelle ore in cui Milton si trovava insieme ai due babysitter: non è ancora stato chiarito chi dei due abbia somministrato la droga al bimbo, visto che gli imputati si dichiarano innocenti ed attribuiscono tutta la responsabilità alla signora Rojas.

Nessun dubbio, invece, sulle cause del decesso: il piccolo è morto per overdose da cocaina ed eroina. Il medico legale ha rinvenuto sui piedi e sulle mani dell'infante ben 8 segni di ago da siringa - segno che parte della droga è stata iniettata - e nello stomaco tracce non digerite delle sostanze stupefacenti.

La situazione, almeno in attesa di ulteriori accertamenti, sembra essere ben più grave per Oscar Sanchez-Rivera, accusato di omicidio di primo grado e rinchiuso in carcere senza cauzione. Per Viameri Santana-Berrios, madre di due figli di 5 e 8 anni, il giudice invece fissato una cauzione di 150 mila dollari.

Via | Philadelphia Inquirer

  • shares
  • Mail