Lusciano, anziana trovata morta in casa: uccisa con un oggetto contundente

L’arma del delitto, un oggetto di grandi dimensioni, non è stato rinvenuto in casa, segno che chi ha ucciso la pensionata se ne è liberato una volta uscito dall’abitazione della donna.

E’ giallo a Lusciano, in provincia di Caserta, dove una donna di 90 anni, Antonietta Di Luciano, è stata trovata morta nella sua abitazione in via G. D’Annunzio, uccisa nel suo letto con un oggetto contundente.

A lanciare l’allarme è stato il figlio della donna, che è passato a trovarla e ha scoperto il cadavere della madre e subito allertato i soccorsi: l’anziana è stata uccisa con un oggetto contundente, colpita alla testa mentre si trovava ancora a letto.

L’arma del delitto, un oggetto di grandi dimensioni, non è stato rinvenuto in casa, segno che chi ha ucciso la pensionata se ne sia liberato una volta uscito dall’abitazione della donna.

Gli agenti non hanno riscontrato segni di effrazione, ma il figlio ha riferito di aver trovato il portoncino dell’abitazione aperto. In casa, è stato lo stesso figlio a confermarlo, la donna non conservava del denaro, particolare se sembrerebbe far escludere l’ipotesi della rapina finita in tragedia.

Del caso si stanno occupando i carabinieri coordinati dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord. Il corpo dell’anziana è stato trasferito all'istituto di medicina legale dell'ospedale di Caserta per l’esame autoptico che fornirà qualche particolare in più sull’accaduto.

omicidio-altamura-camisa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail