Polonia: italiano uccide la moglie e tenta il suicidio

Un italiano ha sgozzato la moglie polacca e poi ha tentato di uccidersi davanti al figlio di 4 anni.

Omicidio in Polonia. Un artigiano italiano di origine reggiana, il 46enne Fermo Manzotti, ha ucciso la moglie 32enne, Teresa Misa, davanti al figlio di pochi anni. Poi ha tentato di togliersi la vita, tagliandosi le vene (nel video un caso simile avvenuto in Belgio). La famiglia italiana si era trasferita lo scorso anno, subito dopo il matrimonio.

Della vicenda si sta ora occupando l'ambasciata italiana a Varsavia. Il delitto è avvenuto a Tarnobrzeg, nella Polonia sud-orientale. L'autore dell'omicidio aveva conosciuto la vittima dieci anni fa a Sabbione: lei - polacca -faceva la cameriera in un bar e poi assisteva il padre di lui, ad Arceto di Scandiano. Manzotti, invece, in Italia si occupava del montaggio di serramenti e infissi.

Teresa Misa è stata trovata morta, con la gola squarciata, nell'auto della coppia con targa italiana, una Opel Zafira. Vicino al corpo, c'era il marito ferito. L'uomo è stato ricoverato all'ospedale in stato di detenzione. Dopo alcuni giorni in coma farmacologico, è stato già interrogato dagli investigatori. La coppia aveva anche altri due figli (due femmine di otto e due anni).

A quanto pare, a scatenare il raptus omicida sarebbe stata la gelosia. Il bimbo di 4 anni, che era in auto con la coppia, ha raccontato la dinamica del delitto: "Papà ha chiesto di baciarlo, la mamma ha allungato la testa e lui le ha tagliato la gola". Il figlioletto, dopo aver visto la scena, ha avuto la lucidità di aprire la portiera e scappare.

Lui ha ucciso lei

  • shares
  • Mail