Cocaina liquida nella panciera: boliviana arrestata a Fiumicino

Mentre al porto di Civitavecchia un corriere ovulatore è stato beccato con un chilo di eroina.

Nascondeva droga liquida nella panciera una donna di origine boliviana, in arrivo da Santa Cruz all'aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino (Roma) e che stava per salire su un altro aereo diretto a Istanbul.

La donna è stata fermata questa mattina dai militari della Guardia di Finanza che all'interno della panciera indossata hanno scoperto oltre due chili di cocaina allo stato liquido contenuti in una cinquantina di profilattici in lattice.

La droga sarebbe poi ritornata allo stato originario tramite un elaborato processo chimico di filtraggio. La boliviana è stata arrestata e tradotta nel penitenziario di Civitavecchia (RM).

Sempre oggi, nell'ambito dei controlli contro il traffico di stupefacenti negli scali aeroportuali e portuali, la Gdf ha intercettato e arrestato nel porto di Civitavecchia anche un corriere "ovulatore", un cittadino congolese di 43 anni che arrivava da Barcellona.

L'uomo aveva nello stomaco 34 ovuli, in tutto circa un chilo di eroina. A tradirlo è stata la sua agitazione mentre le unità cinofile antidroga gli passavano accanto. Presso il pronto soccorso dell'ospedale di Civitavecchia una radiografia ha svelato la presenza degli ovuli di droga.

Per il 43enne si è reso necessario un intervento chirurgico per rimuovere tre ovuli rimasti nelle viscere e vicinissimi alla rottura: un arresto provvidenziale, perché probabilmente ha salvato la vita al corriere.

(Nel video in alto: Arrestati 7 corrieri con 65 chili di cocaina - Fiumicino, agosto 2013)

carico di cocaina

  • shares
  • Mail