Chi l'ha visto ultima puntata del 2 luglio 2014

Grandi novità sul caso di Elena Ceste questa sera a Chi l'ha visto

chi-lha-visto-620x314

Chi l'ha visto: l'omicidio di Flavio Simmi


Si torna a parlare dell'omicidio di Flavio Simmi, ucciso in pieno giorno a Roma il 5 luglio 2011. Aveva 33 anni ed era diventato papà di due gemellini solo un anno prima. Nel febbraio dello stesso anno il giovane era stato vittima di un attentato e molto probabilmente le due cose sono collegate. L'avvocato Marazzita interviene nel caso, che potrebbe essere collegato a una accusa di violenza ai danni di Simmi, dell'attore Antonio Cupo e di altri due uomini, che è stata però archiviata da un giudice. Secondo il giudice, la donna aveva presentato la denuncia a un mese dalla presunta violenza soltanto perchè aveva saputo dell'esistenza di un filmato che la smentiva e voleva proteggersi dalla presumibile ira del convivente, amico dei quattro. La donna accusatrice dei quattro uomini era tra l'altro la moglie di un amico di Simmi in quel momento in carcere. Marazzita in questo caso è stato il legale di Cupo. La pista dei due attentati potrebbe quindi essere passionale e collegata a quella vicenda.

Chi l'ha visto: Antonietta cerca la sorella Nunziatina


Antonietta di Montesarchio (BN) cerca la sorella Nunziatina, persa di vista 41 anni fa quando la piccola è stata "venduta". Figlie di una famiglia numerosa e povera, Nunziatina è stata ceduta a una famiglia senza figli.

Chi l'ha visto: Marianna Cendron avvistata in una farmacia di Ferrara


Una farmacista di Ferrara è certa di aver venduto a gennaio due farmaci a Marianna Cendron, la diciottenne scomparsa dalla provincia di Treviso il 27 febbraio 2013. Sono poi arrivate delle segnalazioni attraverso Facebook: alcuni la davano a Firenze, ma le ricerche in questa zona non hanno dato esito.

Chi l'ha visto: la scomparsa di Pietro Sarchiè


Non si hanno ancora nessune notizie di Pietro Sarchiè, l'uomo di 61 anni - commerciante ambulante di pesce - scomparso da San Benedetto del Tronto la mattina del 18 luglio, insieme al suo furgone Ford Transit bianco con strisce blu targato CZ988XZ. La moglie e la figlia, in collegamento dalla sede Rai di Ancona, fanno un ulteriore appello per chiedere la collaborazione del pubblico.

Chi l'ha visto: Federico Barakat, il bambino ucciso dal padre. Qualcuno ha visto cosa è accaduto?


Federico Barakat

è il bimbo di nove anni ucciso nel febbraio 2009 dal padre mentre i due erano a colloquio nello spazio, teoricamente protetto, dei servizi sociali del Comune di San Donato Milanese. Quando il piccolo denunciava lo stato di disagio che gli provocavano i momenti insieme al padre, l’egiziano Mohamed Barakat, Federico non è stato ascoltato. La mamma Antonella Penati ricorda la tragedia e i momenti di terrore vissuti per anni, prima di allora. Dopo aver ucciso il figlio con una pistola e un coltello, Mohamed si è suicidato. Ma nessuno era presente a quanto accaduto, perché il bambino è stato lasciato da solo col padre, anche se non sarebbe dovuto accadere. Qualcuno ha visto qualcosa, sa come sono andate le cose?

Chi l'ha visto: Yara Gambirasio, le indagini sul dna di Massimo Bossetti


Si torna a parlare del caso di Yara Gambirasio, in particolare del modo in cui si è arrivati a individuare Ester Arzuffi e quindi il dna di Massimo Bossetti. le notizie sono due: una è che gli inquirenti sarebbero arrivati alla donna tramite una soffiata e quindi sarebbero andati dritti a lei; la seconda è che già nel 2012 il dna della Arzuffi era a disposizione degli inquirenti, ma ci sarebbe stato un errore: il suo dna non sarebbe infatti stato confrontato con quello di Ignoto 1, ma con un altro.

Chi l'ha visto: Elena Ceste, i messaggi anonimi sulla scomparsa della donna


Si parla ora del caso di Elena Ceste, della quale non ci sono notizie da 4 mesi. Sono arrivati dei messaggi anonimi al cellulare del medico della donna che accusano il prete del paese della sua scomparsa. Gli inquienti hanno individuato da dove provenivano i messaggi e non danno nessun peso alla cosa, ritenendoli partoriti dalla mente di un mitomane. Viene poi data lettura della missiva arrivata in redazione, scritta da un uomo che dice di conoscere Elena e di sapere dove si trova. L'uomo dice che telefonerà in diretta in trasmissione. Si attende la sua chiamata.

Chi l'ha visto: Yara Gambirasio, le incongruenze della versione di Massimo Bossetti


Si inizia con il caso di Yara Gambirasio, ponendo l'attenzione sulle incongruenze delle dichiarazioni di Massimo Bossetti, il presunto assassino. In particolar modo si cerca di fare chiarezza sul perché, prima della scomparsa della giovane ginnasta, la vita dell'uomo arrestato gravitasse su Brembate, nella via poco lontana da casa di Yara. E si cerca di capire come il suo dna sia potuto finire sul corpo della vittima. La versione dei suoi legali ora è quella dell'epistassi, le emorragia dal naso di cui l'uomo soffrirebbe: del sangue di Bossetti sarebbe potuto finire sugli attrezzi usati per uccidere la ragazzina. Intanto gli inquirenti sono alla ricerche di tracce di Yara sui veicoli dell'uomo. La sua auto è stata fotografata nei pressi della casa della ragazzina, mentre il furgone bianco, di proprietà del fratello, è simile a quello ripreso dalle telecamere di sorveglianza di una banca la sera della scomparsa di Yara.
Altro punto da chiarire è quello del cellulare di Bossetti, che ha agganciato la stessa cella di quella di Yara al momento della scomparsa della ragazzina. A Brembate, poi, sono in tanti ad averlo visto più volte: dal distributore di benzina al giornalaio, dal centro estetico alla palestra di Yara. L'inviata di Chi l'ha visto ha intervistato la proprietaria di un centro estetico di Mapello di cui è cliente da una decina d'anni la moglie di Bossetti. La donna ha dichiarato che l'uomo ha usufruito di tre lampade anche nel suo centro, ma solo a partire dal 2013.

Vengono riproposte le testimonianze di chi la sera della scomparsa della Gambirasio era in via Rampinelli, vicino al luogo in cui si sono perse le sue tracce: tutti sono concordi nel dire che intorno all'ora della scomparsa si sono sentita delle grida sul posto e due uomini che litigavano.

Chi l'ha visto puntata 2 luglio: anticipazioni


Nella puntata di Chi l’ha visto?, in onda stasera alle 21.05 su Rai3 si parla ancora una volta della scomparsa di Elena Ceste, ma con una importante novità. “Non sono un mitomane e non scrivo alla vostra trasmissione perché sono in cerca di pubblicità. Intendo solamente dare il mio contributo nel ritrovamento della povera Elena e, dopo oltre 4 mesi, mi sembra doveroso farmi avanti e dire quello che so.” Così inizia una lettera arrivata in redazione, firmata da un nome e poi l'iniziale del cognome.

A più di quattro mesi dalla scomparsa di Elena ancora nessuna traccia concreta. Una lettera potrebbe farci arrivare a lei. Davvero quest'uomo la conosce e quello che scrive corrisponde a verità? Nella lettera l’uomo ha promesso di telefonare in diretta a “Chi l’ha visto?” e di raccontare quello che sa.

L'appuntamento è per questa sera su Raitre, ma anche in liveblogging su Crimeblog.

  • shares
  • Mail