Delitto Meredith. Sollecito in conferenza stampa: "Credo nell'innocenza di Amanda ma quella sera non ero con lei"

Il giovane condannato spiega perché ha cambiato versione sulla sera del delitto


Raffaele Sollecito, in conferenza stampa con l'avvocato Giulia Buongiorno, spiega che la strategia processuale non cambierà, ma di fatto conferma il diverso approccio al processo d'appello anticipato già nei giorni scorsi. Sollecito, per la prima volta, prende le distanze da Amanda Knox sostenendo che la sera del delitto era a casa da solo, e spiegando che il memoriale della ragazza di Seattle gli sembra un'insieme di fantasie ma comunque gli fornisce un alibi.

Sollecito contesta il fatto che la sentenza di condanna si basi quasi interamente sul memoriale di Amanda, che per lui rimane un racconto immaginario ma che, nel momento in cui viene preso sul serio dai giudici, dovrebbe comunque scagionarlo. Il giovane contesta i risultati delle perizie fatti all'indomani del delitto, elencando diversi elementi – dal famoso gancetto del reggiseno di Meredith all'impronta sul tappetino del bagno – che dovrebbero scagionarlo e contesta il modo in cui queste analisi sono state utilizzate per condannarlo.

Per tutti questi motivi, Sollecito ha spiegato di aver deciso di scrivere un suo memoriale per chiarire la propria posizione e le responsabilità. "Non è una ritrattazione, è un constatare che la base della condanna in questa fase è completamente diversa e dobbiamo affrontare un ricorso in Cassazione".

L'avvocato Bongiorno poi chiarisce che nel ricorso in Cassazione è presente una presa di distanza rispetto alla posizione di Amanda, perché "loro due non sono gemelli siamesi". Perciò anche se Sollecito è convinto dell'innocenza della Knox, gli avvocati hanno intenzione di perseguire fino in fondo le diverse posizioni dei due imputati. La novità principale sarebbe una bugia di Amanda riguardo un sms inviato dalla ragazza. Secondo la sentenza l'sms sarebbe stato inviato da casa di Sollecito, ma non è così. Sollecito conferma di aver passato la notte con la Knox, ma non la serata, che avrebbero trascorsi separati.
 Raffaele Sollecito Svizzera

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: