Tabloidgate: assolta Brooks, prigione per Coulson

Intercettazioni e scoop ai danni di personaggi famosi, la sentenza a Londra: assolta Rebekah Brooks, condannato Andy Coulson, entrambi ex direttori di "The News of the World".

Tabloidgate, sentenza a sorpresa: Rebekah Brooks è stata infatti assolta, mentre Andy Coulson è stato condannato alla prigione. Ex direttori di tabloid, amanti per un periodo, hanno fatto tanto parlare di loro negli ultimi mesi. Da quando sono stati travolti dallo scandalo delle intercettazioni. Assolto pure il marito di Brooks: entrambi hanno lasciato il tribunale di Londra in taxi.

Coulson, ex spin doctor del premier David Cameron, è stato invece condannato per cospirazione con l'intento di intercettare i telefoni di persone famose: rischia ora fino a due anni di carcere. Brooks e Coulson hanno diretto entrambi il News of the World, il domenicale del magnate Rupert Murdoch, costretto a chiudere nel 2011 proprio per gli effetti del Tabloidgate.

Il procedimento era stato definito 'il processo del secolo' e si è chiuso dopo una settimana di camera di consiglio e sette mesi di udienze. La condanna di Coulson crea naturalmente imbarazzo nel primo ministro, che si è scusato per averlo assunto nel 2007, quando lo scandalo era già emerso, anche se non scoppiato come un bubbone. Portandolo addirittura a diventare capo della comunicazione di Downing Street. "Mi assumo l'intera responsabilità del suo ingaggio. Una decisione sbagliata".

In tutto, alla sbarra c'erano sette imputati. Sul banco dei testimoni star come Jude Law. Durante le udienze, rivelazioni sulle conversazioni intime di William e Kate. Per gli amanti dei pettegolezzi, come andare a nozze seguire giorno per giorno cosa succedeva in aula. Prima della camera di consiglio, il presidente della corte così si è rivolto ai giurati:

"Alcuni degli imputati hanno uno stile di vita che voi potete solo sognare. Abbiate rispetto del loro successo, ma ricordatevi che tutti sono sottoposti alla legge".

Le vittime degli scoop del giornale di Murdoch sono state più di mille. Ecco perché Brooks, 46 anni come Coulson, dopo l'assoluzione ha sussurrato un "grazie" alla corte. Diverso il destino di Coulson, per anni collega e amante della donna. Lei, durante l'interrogatorio, ha confermato di aver avuto una certa intimità con lui, di avergli scritto una lettera d'amore in un momento di solitudine e "dopo qualche bicchiere di vino". Ma la frase che meno avrà fatto piacere al compagno di tanti scoop è stata questa: "La mia vita privata è stata come un incidente stradale". Da noi, si direbbe: cornuto e mazziato.

Rebekah Brooks

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail