Omicidio Yara Gambirasio: il pm ha chiesto l'ultima proroga per le indagini

Fulvio e Maura Gambirasio

Il pm Letizia Ruggeri ha chiesto una nuova proroga di sei mesi, l'ultima a disposizione, per le indagini sull'omicidio di Yara Gambirasio, uccisa il 26 novembre 2010 e ritrovata cadavere tre mesi dopo a Chignolo d’Isola.

Quelli che seguiranno saranno sei mesi cruciali, gli ultimi disponibili per far luce su un caso che a distanza di quasi due anni è ancora avvolto dal mistero: se entro questo periodo non si arriverà ad individuare il presunto colpevole di quel delitto, si dovrà inevitabilmente procedere, scrive L'Eco Di Bergamo, con l'archiviazione del caso.

Le indagini proseguono senza sosta. Da un lato si continuano ad analizzare quella moltitudine di profili genetici raccolti dall'inizio dell'inchiesta ad oggi, dall'altro si battono le varie piste che continuano ad emergere, una delle quali porta a Gorno, piccolo comune in provincia di Bergamo.

E' lì, e in tutta la provincia, che gli inquirenti stanno cercando la madre del killer, una donna che sembra scomparsa nel nulla e che potrebbe dare un contributo fondamentale alle indagini. I prelievi del DNA di donne anziane proseguono, al momento ancora senza successo.

Omicidio Yara Gambirasio, le indagini: si cerca la madre del killer

Omicidio Yara Gambirasio, le indagini portano a Gorno: controlli su due 20enni

Omicidio Yara Gambirasio: alcune persone presenti in palestra il 26 novembre 2010 non sono state interrogate

Omicidio Yara Gambirasio, possibile svolta: trovati 10 DNA compatibili

Yara Gambirasio: il corpo senza vita della 13enne ritrovato a 10 chilometri da Brembate di Sopra

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail