Perugia, omicidio Sergio Scoscia e Maria Raffaelli: la basista conferma la sua versione

RapinaCenerente

Si è tenuto ieri a Perugia, davanti al gip Lidia Brutti, il nuovo interrogatorio della prostituta albanese Marjana, la giovane che fece la basista per la rapina che, nella notte tra il 5 e il 6 aprile, portò alla morte dell'ex orafo Sergio Scoscia, 52 anni, e di sua madre Maria Raffaelli, 74 anni.

Per quel duplice omicidio sono finiti in manette Artan Gioka, Ndrec Laska e Alfons Gjergji. I primi due sono stati arrestati in Albania, il terzo è stato fermato a Roma. Marjana, già sentita nei giorni scorsi, ieri ha confermato di aver pianificato la rapina insieme al fidanzato Gioka e di aver scelto Sergio Scoscia perché scapolo ed ex orafo, quindi in possesso di denaro.

La giovane, pur avendo ammesso le sue responsabilità, è in libertà e sottoposta al divieto di espatrio, indagata per concorso in associazione a delinquere e tentata rapina. Mentre Gjergji si trova già in carcere, si attente l'estradizione degli altri due cittadini albanesi.

Via | Il Messaggero
Foto | La Nazione

  • shares
  • Mail