Omicidio Antonio Caroppa a Paderno D’Adda: Santo Valerio Pirrotta si dichiara innocente

Nuovo interrogatorio per Santo Valerio Pirrotta, il 45enne originario di Lurago d'Erba arrestato la settimana scorsa con l'accusa di aver partecipato all'omicidio di Antonio Caroppa, l’operaio 42enne ucciso il 10 maggio scorso con un colpo di pistola nel box della sua abitazione a Paderno D’Adda, in provincia di Lecco.

L'uomo, finito in manette insieme a Fabio Citterio e sua cugina Tiziana Molteni, aveva fatto scena muta durante l'udienza di convalida del fermo davanti al gip Massimo Mercaldo, ma in queste ultime ore ha chiesto di essere sentito ed ha dichiarato di non aver nulla a che vedere con quell'omicidio.

Non è chiaro cosa sia emerso nel corso dell'interrogatorio, ma pare che l'uomo, sposato e padre di tre figli, abbia risposto alle domande degli inquirenti e fornito la sua versione dei fatti, al vaglio proprio in queste ore. In attesa di riscontri, Pirrotta resta in carcere.

La convinzione degli inquirenti, scrive Il Giorno, è che Pirrotta abbia ricoperto un ruolo marginale nell'omicidio di Caroppa, limitandosi al ruolo di intermediario tra vittima e carnefici, procurando l'arma del delitto e aiutando i due a fuggire. Le indagini proseguono.

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail