Trento, omicidio Daniela Sabotig: le ricerche online incastrano Ivan Zucchelli

La sera del 5 febbraio 2013 Zucchelli avrebbe stordito l’amica colpendola con una pietra in testa e poi avrebbe simulato un incidente stradale, provocando la morte di Daniela Sabotig.

Ha ucciso l’amica malata che gli aveva affidato la gestione del proprio patrimonio facendolo sembrare un tragico incidente, ma troppi elementi puntavano il dito contro di lui. Ivan Zucchelli, se n’è occupata a più riprese la trasmissione tv Quarto Grado, è stato arrestato con l’accusa di omicidio e oggi sono emersi nuovi particolari che proverebbero la colpevolezza dell’uomo.

La svolta è arrivata da Google e dalle ricerche che l’uomo ha effettuato nei giorni precedenti al misterioso incidente stradale costato la vita alla farmacista di Daniela Sabotig, 54 anni, che proprio a Zucchelli aveva intestato tre stabili di sue proprietà e due assicurazioni sulla vita dal valore totale di 250mila euro.

Ricerche come “sovradosaggio Valium”, “infortunio conducente” e “tempi di riscossione per una polizza” avrebbero convinto gli inquirenti del piano ideato e messo in atto da Zucchelli per uccidere l’amica e ottenere così tutte le sue proprietà.

L’uomo, sommerso da debiti, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, aveva conosciuto la farmacista su Facebook e nel giro di poco tempo era diventato suo amico. Un rapporto intimo al punto da convincere la donna ad affidargli la gestione del suo patrimonio, a firmare una procura per vendere immobili e renderlo beneficiario della sua polizza vita.

Poi il diabolico piano: la sera del 5 febbraio 2013 Zucchelli avrebbe stordito l’amica colpendola con una pietra in testa e poi avrebbe simulato un incidente stradale, provocando la morte di Daniela Sabotig. Le lesioni riportate dalla vittime, però, non sono risultate compatibili con un incidente e i successivi approfondimenti hanno permesso di scoprire il piano dell’uomo.

Zucchelli, arrestato lo scorso anno, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

0523230133DVB-TRete4

  • shares
  • Mail