Como, bimba ferita da un proiettile vagante: fermato un uomo

Un uomo di 50 anni residente a Monte Olimpino (Como) è stato fermato ieri con l'accusa di tentato omicidio in relazione al ferimento di una bimba di 6 anni, raggiunta giovedì sera da un proiettile vagante durante i festeggiamenti per la vittoria dell'Italia contro la Germania agli Europei di calcio.

La bimba, ne parlavamo venerdì, stava viaggiando in auto insieme ai genitori e alla sorella più piccola, quando un colpo di fucile ha mandato in frantumi il lunotto posteriore della vettura ed ha raggiunto la bambina ad una spalla. Fortunatamente nessuna conseguenza grave: la giovane vittima è stata operata e dichiarata fuori pericolo.

Rapide le indagini che hanno portato all'identificazione dell'uomo: i militari, dopo i sopralluoghi nella zona della tragedia, hanno analizzato i permessi di porto d'armi rilasciati ai residenti della zona e in poco tempo sono risaliti al 50enne. L'uomo ha ammesso di essere uscito in balcone, a poche centinaia di metri dal luogo in cui stava passando l'auto con la bimba, e di aver esploso diversi colpi di pistola.

Ieri sera, dopo l'interrogatorio, il 50enne è stato condotto in carcere, accusato di tentato omicidio.

Via | La Provincia di Como
Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail