Matera, due allevatori uccisi a Gorgoglione: arrestato Antonio Saponara

I due giovani sono stati uccisi a colpi d'arma da fuoco.


18.00: le autorità hanno arrestato Antonio Saponara, 40enne originario di Cirigliano, reo confesso del duplice omicidio compiuto intorno alle 7 di oggi. Il folle gesto, secondo quanto ricostruito, sarebbe collegati a liti sullo sconfinamento degli animali di proprietà delle due vittime nei terreni di Saponara.

Il 40enne, subito dopo aver freddato il cognato Giovanni Lauria e il 27enne Giuseppe De Rosa, si è recato a lavoro come se nulla fosse accaduto. E’ stato un testimone oculare, il terzo uomo presente nell’auto al momento dell’agguato, a indicare alle autorità l’identità del killer. Il testimone è stato risparmiato proprio estraneo alla vicende che hanno portato Saponara ad uccidere.

10.57: c’è un primo fermo per l’omicidio di Giovanni Lauria e Giuseppe De Rosa, di 34 e 27 anni, ma i contorni sono ancora da definire. Un agricoltore di 30 anni, cognato di Lauria, è stato fermato dagli inquirenti e condotto in caserma per essere interrogato. C’è il sospetto che sia stato lui a uccidere i due giovani, freddati a colpi di pistola mentre si trovavano a bordo di un fuoristrada e stavano raggiungendo i campi.

Duplice omicidio alla periferia di Gorgoglione, piccolo comune in provincia di Matera, scoperto nella prima mattina di oggi e ancora avvolto dal mistero. Due allevatori di circa 30 anni sono stati trovati morti all’interno di un’automobile, uccisi a colpi di pistola.

Ad allertare i carabinieri è stata la chiamata di una persona che, in un terreno alla periferie del paesino, ha notato la vettura con all’interno i due cadaveri. I medici del 118 si sono subito recati sul posto e non hanno potuto far altro che constatare il decesso dei due giovani.

I rilievi delle forze dell’ordine sono ancora in corso, così come le indagini che permetteranno di fare luce sull’accaduto.

(in aggiornamento)

  • shares
  • Mail