Camorra, Antonio Lo Russo arrestato a Nizza: oggi l’estradizione

Lo Russo si nascondeva a Nizza con il cugino, pure lui ricercato. Deve scontare una condanna a 20 anni di carcere.

Finisce oggi il “soggiorno” francese di Antonio Lo Russo, il presunto boss reggente dell'omonimo clan di camorra di Miano (Napoli) arrestato il 15 aprile scorso a Nizza.

L’uomo, 32 anni, sarà estradato questa mattina, consegnato alle autorità italiane alla frontiera di Ventimiglia. Ad attenderlo ci saranno i militari del nucleo investigativo di Napoli che gli notificheranno i provvedimenti di arresto emessi dalla magistratura italiana.

Il presunto boss, figlio di Salvatore Lo Russo, era inserito nell’elenco dei 100 latitanti più pericolosi stilata dal Ministero dell’Interno. Deve scontare una condanna a 20 anni di carcere per 416 bis, associazione mafiosa.

Insieme a Lo Russo, lo scorso 15 aprile, finì in manette suo cugino Carlo Lo Russo, 23enne latitante dal 10 marzo 2014 per il tentato omicidio di Giovanni Lista.

LO Russo arrestato Nizza

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail