Scomparsa Madeleine McCann, si scava in Portogallo alla ricerca del cadavere

La famiglia McCann, prontamente avvisata di questa nuova e delicata fase, non tornerà in Portogallo per seguire gli sviluppi.

Le indagini sulla scomparsa della piccola Madeleine McCann sono arrivate a una nuova fase: a sette anni di distanza si comincia a fare i conti con la possibilità, sempre più concreta, che la bimba sia morta e per questo si stanno organizzando le operazioni per cercare il suo corpo.

Lo scrive il Daily Mirror, che cita fonti investigative secondo le quali un gruppo di agenti della scientifica sarebbe già in viaggio per il Portogallo per supervisionare le operazioni di scavo nel resort di Praia da Luz in cui la bimba soggiornava insieme alla famiglia quando svanì nel nulla.

Gli esperti utilizzeranno apparecchiature radar per cercare indizi della presenza di resti umani o altri elementi che possano giustificare gli scavi. Fino ad oggi si è sempre ritenuta valida l’ipotesi che la bimba fosse stata rapita e ricerche così approfondite nel resort non sono mai state compiute.

Saranno tre i siti localizzati dalle forze dell’ordine in cui verranno eseguiti gli scavi, tutti e tre siti nei dintorni del resort di Praia da Luz. La famiglia McCann, prontamente avvisata di questa nuova e delicata fase, non tornerà in Portogallo per seguire gli sviluppi.

Madeleine McCann, lo ricordiamo, sparì nel nulla il 3 maggio 2007, quando aveva appena 4 anni. Era stata lasciata dai genitori insieme ai fratellini di 2 anni, Sean e Amelie, durante l’ora di cena, ma quando uno degli adulti che si trovava con loro è andato a controllare che tutto filasse liscia, della bimba non c’era traccia.

Kate And Gerry McCann Hold A News Conference To Mark The 5th Anniversary Of The Disappearance Of Madeleine

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail