Denise Pipitone: iniziati gli scavi per cercare il corpo della bimba

La lettera anonima inviata alla redazione di Chi l'ha visto? è stata giudicata attendibile e nei prossimi giorni cominceranno gli scavi per cercare il corpo di Denise.

Aggiornamento 5 maggio. Sono iniziati gli scavi in Contrada Ferla, Mazara Del Vallo (provincia di Trapani), La Procura di Marsala ha dato il via alle ricerche di Denise Pipitone nella spiaggia del paese, questo perché il presunto luogo della sepoltura, indicato in una lettera anonima inviata alla trasmissione "Chi l'ha visto?", e stato ritenuto attendibile. La bimba, 4 anni, scomparve il primo settembre 2004.

Il caso della scomparsa della piccola Denise Pipitone potrebbe essere vicino a una svolta. Secondo le ultime indiscrezioni sembra che la lettera anonima inviata alla redazione di Chi L’Ha Visto? sia stata giudicata attendibile dai magistrati che si occupano del caso e per questo, nei prossimi giorni, saranno fatte tutte le verifiche del caso.

La lettera, prontamente consegnata dalla redazione del programma di RaiTre alle autorità, indicava una spiaggia di Contrada Ferla, nei pressi di Mazara Del Vallo, come luogo di sepoltura della piccola Denise, svanita nel nulla all’età di 4 anni nel settembre 2004, quasi dieci anni fa.

Non è la prima volta che lettere del genere vengono recapitate alla famiglia della bimba, tutte comunicazioni anonime che si sono rivelate dei falsi, ma stavolta sembra che le informazioni contenute in questa missiva siano state giudicate attendibili. I luoghi indicati nella lettera, scrive oggi TgCom24, saranno ispezionati con l’aiuto di ruspe.

Intanto, mentre si attendono novità sul caso, il processo d’appello alla sorellastra di Denise, Jessica Pulizzi, continua: la giovane, assolta in primo grado, è accusata del sequestro della bimba. Il suo fidanzato, Gaspare Ghaleb, è stato già condannato a 2 anni di carcere per false dichiarazioni.

piera-maggio-abc

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail