Orrore in Polonia: abusa della figlia per 6 anni, arrestato 45enne

SiemiatyczeTragica storia quella che ci giunge dalla Polonia, per molti aspetti simile alla terribile vicenda di Joseph Fritzl, il cosiddetto mostro di Amstetten, di cui vi abbiamo più volte parlato nei mesi scorsi.

Poche sono le notizie per ora rilasciate dalle autorità polacche, se non che un uomo di 45 anni è stato arrestato a Siemiatycze, nella Polonia orientale, per aver rinchiuso la figlia, oggi 21enne, per ben 6 anni ed averla ripetutamente violentata.

A denunciare i fatti sembra sia stata proprio la ragazza, con l'aiuto di sua madre, anche se il ruolo di quest'ultima nell'intera vicenda resta ancora da chiarire.

Il portavoce della polizia, Mariusz Sokolowski, ha fatto una dichiarazione ai microfoni dell'emittente privata polacca TvN24 rivelando qualche dettaglio in più sulle dinamiche, ma mantenendo comunque il massimo riserbo sull'identità delle persone coinvolte.

Sembra che la ragazza fosse rinchiusa in una stanza con porte senza maniglie e che le fosse consentito uscire solo in casi eccezionali, come i due parti, avvenuti nel 2005 e nel 2007, frutto proprio della relazione incestuosa con il padre.

La nascita del primo bambino risale al 1 febbraio 2005 all'ospedale di Wroclaw, mentre il secondo è nato nel gennaio 2007 in una clinica di Siemiatycze, dove nel frattempo la famiglia si era trasferita e dove è stata effettuato l'arresto dell'uomo.

Entrambi i neonati sono stati lasciati in ospedale e dati in adozione: soltanto i test di paternità permetteranno di conoscere con certezza la loro paternità.

Le indagini stanno procedendo e ne sapremo sicuramente di più nelle prossime ore.

Via | AliceNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: