Milano: abusi sessuali sulle bambine della famiglia, arrestato 69enne

Abusi commessi nel corso di decenni, l'uomo è un ex imprenditore italiano che abita a Opera.

L’orco in famiglia era “nonno Pino”. Un imprenditore in pensione di 69 anni è stato arrestato stamattina dai carabinieri di Milano con la pesante accusa di violenza sessuale per aver abusato in modo sistematico e continuativo di quasi tutte le bambine della sua cerchia di famiglia, compresa la figlia, le nipotine e le loro cugine.

L’arrestato, a cui sono stati concessi domiciliari, è residente a Opera (MI). Le indagini che hanno portato all’emissione dell’ordinanza di custodia cautelare a carico del presunto pedofilo avevano presso le mosse dopo le rivelazioni di una nipotina. Da lì, gli investigatori dell’Arma sarebbero risaliti alla catena di abusi sessuali commessi in famiglia. Abusi andati avanti per decenni secondo i carabinieri, al comodo riparo delle mura domestiche.

Una delle ultime vittime degli abusi dell’uomo è una nipotina di 12 anni che aveva trascorso con lui e la nonna una vacanza ad agosto 2013. Una volta fatto ritorno a casa, la bambina ha però raccontato alla mamma di quelle strane "attenzioni" del nonno: a quel punto la donna, di 44 anni, si è ricordata che lei stessa aveva subìto quelle molestie da piccola.

La donna ha così deciso di parlarne con il fratello e altri parenti. Quando tutti insieme hanno provato a mettere il 69enne davanti alle sua responsabilità, lui ha negato ogni addebito, parando di "fantasie" o addirittura di comportamenti provocatori delle bambine che però lo accusano di anni di molestie: baci, carezze, palpeggiamenti, foto pornografiche sul computer, manifestazioni di affetto morboso. Dopo la denuncia ai carabinieri sono partiti gli accertamenti, fino all'arresto di oggi.

(Nel video in alto: nonno orco arrestato nel potentino, novembre 2012)

 nonno pedofilo arrestato a opera

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail