Comiso: 60enne spara al fratello e punta il fucile contro i poliziotti

L'uomo aveva un fucile calibro 12 irregolarmente detenuto. Arrestato per tentato omicidio, minacce gravi a pubblico ufficiale e droga.

Al culmine di una lite con il fratello ha imbracciato un fucile gli ha sparato, ferendolo in modo lieve, poi all'arrivo della polizia ha puntato l'arma anche contro gli agenti.

Protagonista della vicenda un 60enne incensurato di Comiso (Ragusa) finito in manette poco dopo. L'uomo, Salvatore Giannì, ha mirato con il suo fucile contro i poliziotti prima da un balcone e poi dalla strada.

Gli agenti hanno avuto il loro daffare per togliergli l'arma dalle mani e arrestarlo con l'accusa di tentato omicidio, resistenza, minacce gravi a pubblico ufficiale, porto abusivo di arma da fuoco e pure detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti.

Nell'abitazione dell'uomo infatti sono stati trovati circa 150 grammi grammi di marijuana e 500 semi da piantare di cannabis. L'uomo aveva esploso più di un colpo di fucile calibro 12 contro il fratello che, già ferito, è riuscito a mettersi al riparo chiamando poi la questura.

Quando i poliziotti sono giunti sul posto, in località Canicarrao di Comiso, hanno trovato Salvatore Giannì appostato su un terrazzo pronto a sparare. Finiti nel mirino dell'uomo, gli agenti si sono quindi nascosti tra la vegetazione.

Giannì a quel punto sarebbe sceso in strada forse con l'idea di stanarli, ma gli agenti sono riusciti a disarmarlo senza colpo ferire.

comiso spara al fratello

Video via | Blog Sicilia

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail