Caserta, nuove violenze ai danni di Rosaria Aprea: arrestato il compagno Antonio Caliendo

La giovanissima, a lungo ricoverata nell’ospedale civile di Caserta dopo un delicato intervento di rimozione della milza, è stata nuovamente aggredita da Antonio Caliendo.

Rosaria Aprea, la 20enne finita in ospedale nel maggio dello scorso anno dopo esser stata presa a calci e pugni dal suo convivente, Antonio Caliendo, è stata di nuovo vittima di abusi e stalking.

La giovanissima, a lungo ricoverata nell’ospedale civile di Caserta dopo un delicato intervento di rimozione della milza, conseguenza del pestaggio subito, è stata nuovamente aggredita da quello che ormai è il suo ex fidanzato, originario di Casal Di Principe.

Caliendo, nonostante il divieto di avvicinamento imposto dal Tribunale, rimasto anche dopo la scarcerazione, nel novembre 2013, per decorrenza di termini di custodia cautelare, ha continuato a molestare la giovanissima, madre di suo figlio, con SMS ed è arrivato nuovamente ad avvicinarla e picchiarla.

Dopo questo nuovo episodio, che per fortuna non ha avuto conseguenze gravi, la Squadra Mobile di Caserta ha notificato ad Antonio Caliendo l'ordinanza agli arresti domiciliari con l'applicazione del braccialetto elettronico emessa poche per fa dal giudice per le indagini preliminari di Santa Maria Capua Vetere.

Rosaria Aprea

  • shares
  • Mail