Molfetta: cartomante arrestata per estorsione

Pretese 900 euro per togliere "una fattura di morte".

Sono finite in manette questa mattina una cartomante di Molfetta e una sua amica di Giovinazzo, nel barese. L'ipotesi di reato a carico delle due donne è di estorsione continuata e aggravata.

Ad eseguire gli arresti sono stati i carabinieri che accusano le due donne di aver preteso 500 euro in contanti da una donna di 47 anni, a suon di minacce anche di morte.

La vittima dei raggiri un paio di mesi fa, in un periodo non felice della sua vita, si era recata dalla cartomante su suggerimento dell'amica e complice della "maga", che si occupava di procacciare clienti da truffare.

Già al primo appuntamento la cartomante aveva messo in guardia la malcapitata cliente: sul suo capo pendeva una "fattura a morte" che quindi era necessario togliere, al più presto.

Come? Attraverso una decina di "giri di carte" comprensivi di "protezioni": acqua benedetta, patate, pupazzi con spilli. E ancora immagini sacre e quant'altro era indicato come utile per eliminare il "malocchio". Tutto questo per la modica cifra di 900 euro circa, da pagare in 2 tranche.

Quando la vittima, percepita la truffa, non si era più recata più agli incontri con la cartomante, questa insieme all'amica hanno iniziato a inviare alla 47enne sms minacciosi i cui si spiegava alla donna che aveva comunque un debito di 500 euro per le prestazioni di cartomanzia eseguite.

A seguito delle ripetute minacce e per paura di possibili ritorsioni anche nei confronti dei suoi cari la vittima si è rivolta ai carabinieri denunciando le due donne. I militari dell'Arma hanno così teso un tranello alla cartomante e alla complice, pianificando un incontro in cui la 47enne avrebbe consegnato loro il denaro richiesto. Dopo aver intascato i soldi la cartomante e l'amica sono state arrestate e tradotte nel carcere di Bari.

Maga arrestata a giovinazzo

Video | PuntoTV

  • shares
  • Mail