Pugile dilettante condannato a 4 anni: aveva picchiato un vicino di casa

Picchia vicino di Casa e lo fa diventare disabile: condannato a 4 anni

Un pugile dilettante, N.M., è stato condannato a 4 anni e 4 mesi di reclusione dal gup di Milano Andrea Salemme per lesioni volontarie gravissime, per aver picchiato il vicino di casa della propria ragazza in seguito ad una lite condominiale.

I fatti sono avvenuti lo scorso 24 giugno quando la vittima, un'operaio di 53 anni rimasto disabile con danno biologico dell'80% e con un deficit cognitivo permanente, aveva litigato con una vicina di casa per questioni condominiali e, quando è intervenuto l'aggressore, fidanzato della figlia della donna, alzatisi i toni, è stato colpito con due pugni al volto e uno all'addome.

L'operaio è caduto supino, fratturandosi il cranio in più punti e riportando gravi lesioni cognitive permanenti, non essendo più in grado ad oggi di muoversi autosufficientemente.

La sentenza è stata eseguita con rito abbreviato, con lo sconto di un terzo della pena, dal gup Andrea Salemme, che ha inoltre disposto una provvisionale di anticipo sul risarcimento da quantificare in sede civile di 100mila euro per il 53enne costituitosi parte civile.

ITALY-POLITICS-SEX-TRIAL-BERLUSCONI

  • shares
  • Mail