Marcello Dell'Utri latitante: è irreperibile, ma all'Ansa dice "Non mi sottraggo alla giustizia"

Potrebbe trovarsi in Libano, Guinea Bissau o Sudamerica, ma lui ha fatto sapere di essersi sottoposto a un intervento chirurgico.

Aggiornamento ore 16:05 - L'Ansa ha pubblicato una nota riveduta da Marcello Dell'Utri in cui si legge:

"Tengo a precisare che non intendo sottrarmi al risultato processuale della prossima sentenza della Corte di Cassazione e che trovandomi in condizioni di salute precaria - per cui tra l'altro ho subito qualche settimana fa un intervento di angioplastica - sto effettuando ulteriori esami e controlli"

Marcello Dell'Utri è irreperibile


Marcello Dell'Utri

è irreperibile. Gli agenti della squadra mobile di Milano non sono riusciti a eseguire l'ordine di custodia cautelare per pericolo di fuga emesso dalla Corte d'Appello di Palermo e trasmesso ai poliziotti milanesi che non hanno trovato l'ex senatore del Pdl che è stato condannato a 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa.

Martedì ci sarà la decisione della Corte di Cassazione sulla condanna di Dell'Utri, ma lui da qualche giorno è sparito. Si sa che fino alla scorsa settimana era a Roma, perché è stato avvistato lì e rispondeva al telefono, ma da ieri al suo cellulare non risponde nessuno: squilla, ma nessuno riceve le chiamate.

La Procura generale aveva presentato due volte la richiesta di divieto d'espatrio nei confronti di Dell'Ultri, ma in entrambi i casi era stata respinta poiché per il reato di concorso esterno in associazione mafiosa non ci sono misure alternative al carcere, ma in extremis i procuratori sono riusciti a far approvare la richiesta di custodia cautelare, poi la sorpresa: l'ordine di arresto è ineseguibile perché l'ex senatore è irreperibile.

Che fine ha fatto Marcello Dell'Utri? Gli investigatori sospettano che sia fuggito in Libano, in Guinea Bissau o in Sudamerica. Dalle intercettazioni tra il fratello Alberto Dell'Utri e il ristoratore romano Vincenzo Mancuso, emergono dei riferimenti proprio alla Guinea in quanto paese che concede passaporti diplomatici con facilità, ma si dice anche che Marcello Dell'Utri nei giorni scorsi ha cenato con un importante politico libanese che vuole candidarsi come presidente e dunque non è escluso che possa aver trovato ospitalità da lui. Poi c'è l'ipotesi Sudamerica, in particolare Santo Domingo, dove l'ex senatore possiede una villa, quella acquistata con i soldi ottenuti dalla vendita della proprietà sul lago di Como a Silvio Berlusconi.

In particolare, dalle intercettazioni ambientali delle conversazioni tra Alberto Dell'Utri e Vincenzo Mancuso nel ristorante di quest'ultimo, risulta che l'8 novembre 2013 il primo disse al secondo:

"Che qua bisogna accelerare i tempi che Marcello se poi non ce la fa... E lui è andato lì insieme a questi della Guinea Bissau che lo hanno preso in seria considerazione e gli hanno dato il passaporto diplomatico... gli hanno aperto le porte. Ha bisogno di avere una casa, un appoggio. Devi avere gente sul posto che ti dà una mano, che ti aiuta, che... che fai vai lì e non conosci nessuno... invece questi sono bene sistemati"

Secondo gli inquirenti il luogo in cui Marcello Dell'Utri ha incontrato i diplomatici della Guinea è Bruxelles e a presentarglieli sarebbe stato Gennaro Mokbel, un pregiudicato con obbligo di dimora a Roma con il quale l'ex senatore ha ammesso di avere dei rapporti per la comune passione per l'arte.

Marcello Dell'Utri condannato latitante

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail